Parrocchia S. M. Segreta in Milano:        Dove siamo        Orario SS. Messe         Contatti          Facebook!

Accesso utente

27 gennaio 2016, il Giorno della memoria: "retorica ripetitiva" o "freno inibitore" ?

Il Giorno della memoria: retorica ripetitiva o freno inibitore contro l'antisemitismo crescente ?
Due articoli sono apparsi sul CORRIERE DELLA SERA, il 24 gennaio 2014 di Pierluigi Battista e il 25 gennaio 2016 di Giuseppe Laras, che riflettono se sia ancora necessario ed utile mantenre viva la Giornata della memoria . Due posizioni contrastanti che nascono da interessanti motivazioni e considerazioni. Da una parte la paura che la ricorrenza diventi "banale e ripetitiva routine", che la "retorica eccessiva di anno in anno arrivi a far male alla memoria". Dall'altra la necessità che la memoria sia mantenuta viva come "momento di una strategia della civiltà e dell'umanizzazione", come "freno inibitore" contro il crescente antisemitismo, più che mai aggressivo in Europa e in terra d'Islam.  







VEDI ANCHE:
E. Loewenthal, Contro il giorno della memoria; Ed. ADD, 2014 :
http://www.ibs.it/code/9788867830619/loewenthal-elena/contro-il-giorno-d...
Memorial della SHOAH di Milano :
http://www.memorialeshoah.it/italiano/chisiamo.html

Marilù Colli
Franco Candiani
 
 

 

 

 

 

La Parrocchia, già per il fatto che il suo ambito di aggregazione è la comunità di vicinato, può diventare segno di comunione. Il territorio è il luogo in cui si rende presente la comunità dei credenti animata dallo Spirito di Gesù, radicata nella Parola e plasmata dall’Eucaristia. Essa è il luogo della pastorale quotidiana, grazie alla quale la fede può diventare accessibile a tutti e a ogni condizione di esistenza. Ciò deriva intimamente dal suo essere “la Chiesa stessa che vive in mezzo alle case dei suoi figli e della sua figlie e che vive e opera profondamente inserita nella società umana e intimamente solidale con le sue aspirazioni e i suoi drammi, diventando la casa aperta a tutti e al servizio di tutti” (Giovanni Paolo II).

SINODO DIOCESANO 47°, 1995, §135-136