Parrocchia S. M. Segreta in Milano:        Dove siamo        Orario SS. Messe         Contatti          Facebook!

Accesso utente

Papa Francesco a Milano



 
«"In questa città io ho un popolo numeroso" dice il Signore (At 18,10)» è il titolo della visita del Santo Padre, che rappresenta per la Diocesi stessa e per tutta la Lombardia un evento straordinario, in cui saranno mobilitate oltre 1 milione di presenze. La straordinarietà della visita renderà unica sia la giornata, sia il periodo che la precede: la città e i territori circostanti saranno i protagonisti insieme alle persone che li abitano. Saranno previsti eventi culturali di accompagnamento e di presentazione della visita del Papa. Che vuol essere quanto più possibile universale. Come ha ricordato l'arcivescovo di Milano Angelo Scola, «è desiderio del Papa che nessuno si senta escluso. Essendo una Visita pastorale, è rivolta in modo diretto a tutti i fedeli, cioè a tutti i battezzati, quindi alla stragrande maggioranza dei 5 milioni di abitanti della diocesi, anche magari a quelli che sono meno fedeli alla Messa».

La Diocesi di Milano ha scelto uno slogan, elaborato un logo e un poster per la visita di Papa Francesco a Milano. Il logo accompagnerà tutta la campagna di comunicazione per la visita del Santo Padre a Milano ed è stato ideato da Adriano Attus (Direttore creativo del Sole 24 Ore) e da Luca Pitoni. L'elaborazione del logo è partita tenendo come punto di riferimento la frase biblica degli Atti degli apostoli, scelta dal cardinale Angelo Scola come titolo della visita di Papa Francesco alle terre ambrosiane: "In questa città io ho un popolo numeroso, dice il Signore" (At. 18,10).

L'idea di popolo è rappresentata nel logo dalle mani che si tendono verso il Papa. Mani che sono anche ali angeliche, ali delle colombe della pace, ma che nel loro insieme raffigurano il profilo del Duomo. Un profilo che ricorda anche le montagne che caratterizzano le zone nord della Diocesi di Milano.

Il popolo, i fedeli, dalla terra con le loro mani aperte vanno verso il Santo Padre, che - nella parte superiore del logo tutti abbraccia. L'abbraccio del Papa diventa anche un sorriso.

E la composizione delle due parti del logo delinea, al centro, una croce.

In questo logo è raffigurata l'osmosi tra la città e il Pontefice. «Abbiamo voluto rendere al massimo la semplicità auspicata dal Santo Padre, togliendo dal logo ogni riferimento all'apparato liturgico, commentano Attus e Pitoni”. Tutta Milano, quella religiosa e quella laica, tende le proprie mani, che rappresentano anche il Duomo, al Papa che abbraccia, sorride e dona speranza e pace a tutti".
 

 

 

 

 

La Parrocchia, già per il fatto che il suo ambito di aggregazione è la comunità di vicinato, può diventare segno di comunione. Il territorio è il luogo in cui si rende presente la comunità dei credenti animata dallo Spirito di Gesù, radicata nella Parola e plasmata dall’Eucaristia. Essa è il luogo della pastorale quotidiana, grazie alla quale la fede può diventare accessibile a tutti e a ogni condizione di esistenza. Ciò deriva intimamente dal suo essere “la Chiesa stessa che vive in mezzo alle case dei suoi figli e della sua figlie e che vive e opera profondamente inserita nella società umana e intimamente solidale con le sue aspirazioni e i suoi drammi, diventando la casa aperta a tutti e al servizio di tutti” (Giovanni Paolo II).

SINODO DIOCESANO 47°, 1995, §135-136